lunedì 7 giugno 2010

schifosamente ingiusto. da nervoso e senso di vomito. non poterne parlare con nessuno. gridi silenziosa aiuto. nessuno risponde.
le pagine del tuo diario alimentare si riempiono. giorno dopo giorno scrivo cosa mangio a colazione pranzo e cena. i venerdi scrivo il mio peso. sempre in lotta con i led luminosi della bilancia.
è stancante. è pesante. è comunque sempre più forte di me.
ti attacchi a quel fragile filo a quella nube nera. no, dopo la pioggia non torna il sereno. dopo la pioggia ci sarà solo il temporale.

2 commenti:

  1. E' ancora più pesante quando ti accorgi che nessuno si rende conto dei tuoi sforzi, delle tue grida, della tua disperazione.
    Ti posso capire.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Si...vero. Tremendamente vero. Quando tutto crolla e tu sei sotto le macerie...e nessuno chiama qualcuno per aiutarti...anche se sarebbe meglio che fosse lui stesso a sbrigarsi. Ad accorgersi che esisti e che non sei invisibile. Tu fai di tutto e di più...ma alla fine niente. Niente ripaga i tuoi sforsi. Spesso succede questo, anche se io cerco di evitarlo il più possibile. Baci.

    RispondiElimina